banner_all_01.jpg

Collettori piani vetrati

I collettori piani vetrati sono la tipologia attualmente più diffusa, di costo medio e molto versatili, che utilizzano una tecnologia dall’ottima resa energetica. Gli elementi essenziali del collettore sono la piastra metallica assorbente, le tubazioni in cui scorre il fluido ed il vetro di copertura.

collettore piano standardIl principio di funzionamento si basa sulle caratteristiche del vetro, trasparente alla radiazione solare ed opaco a quella infrarossa emessa dalla piastra assorbente, e sulle proprietà della piastra stessa di assorbire la radiazione solare e contenere le emissioni proprie nello spettro infrarosso. Ciò determina l’attitudine all’ingresso e all’assorbimento della massima radiazione solare nel collettore e la scarsa capacità della lastra captante e del vetro di copertura di disperdere radiazione infrarossa verso l’esterno del dispositivo.

Esistono anche i collettori non vetrati, economici ed adatti prevalentemente all’uso estivo e normalmente limitato al riscaldamento dell’acqua di piscine.

Collettori sottovuoto

collettore-solare-sottovuotoSono progettati con lo scopo di ridurre le dispersioni di calore verso l’esterno grazie ai tubi sottovuoto all’interno dei quali sono collocati i “tubi di calore”, realizzati generalmente in metallo termo conduttore (rame o alluminio); ciò permette di trattenere una temperatura interna molto alta anche quando all'esterno le temperature sono basse. Il vuoto, infatti, impedisce la cessione del calore.

Il calore raccolto da ciascun tubo di calore viene trasferito alla piastra che, scaldando il fluido termovettore, trasporta grandi quantità di energia termica.

Presentano in genere un migliore rendimento medio stagionale

Collettori a concentrazione

Collettori a concentrazioneI collettori solari a concentrazione sono progettati per ottimizzare la concentrazione dell’energia solare in un punto ben determinato (fuoco). Sono efficaci solo con luce solare diretta poichéŽ devono seguire il movimento del sole. Questo tipo di collettore, potendo raggiungere alte temperature (400-600 ° C), è una scelta logica per generatori solari o centrali elettro-solari.

Benefici per l'ambiente

Sostituire o integrare i sistemi tradizionali per produrre acqua calda con i sistemi solari termici, comporta considerevoli riduzioni del consumo di combustibili fossili e delle emissioni inquinanti in atmosfera, in particolare di CO2.

Il solare termico, consente di:

  • sfruttare una fonte energetica gratuita ed inesauribile
  • tutelare l’ambiente grazie all’assenza di produzione di CO2, gas responsabile del surriscaldamento del pianeta
  • risparmiare i combustibili fossili sulla Terra

Riscaldamento dell'ambiente

Il riscaldamento solare degli ambienti rappresenta una grande potenzialità di sviluppo del solare termico in termini di integrazione al riscaldamento con sistemi a bassa temperatura (impianti a pavimento, a parete, …).- Questa tipologia di impianti, infatti, richiedono basse temperature di esercizio (con acqua calda attorno ai 30° C si può ottenere il riscaldamento dell’ambiente a 20° C.) ed hanno minori dispersioni termiche.

I sistemi solari per l’integrazione del riscaldamento vengono generalmente progettati per coprire fino al 40% dei bisogni di riscaldamento ambiente annuali di una casa. Sistemi che producano energie superiori sono meno convenienti in quanto la potenza extra resterebbe inattiva nei giorni meno freddi.

Il calore che non viene fornito dal sistema solare può essere prodotto da un sistema ausiliario tradizionale, per esempio una caldaia convenzionale.

L’integrazione con sistemi tradizionali che utilizzano radiatori in ghisa o alluminio risulta meno convenienti in quanto la temperatura di esercizio si aggira intorno agli 80-85° C.

Non hai trovato risposta alle tue domande?

contattaci

Lo sapevi che...?

Sono importanti l'orientamento e l'inclinazione di un impianto solare? Approfondisci qui

La pompa di calore trasferisce il calore da una sorgente a temperatura inferiore a un utilizzatore a temperatura superiore? Approfondisci qui

L’installazione di sistemi per la produzione di energia da fonti rinnovabili è incentivata da contributi statali sia nel campo termico sia in quello fotovoltaico? Leggi i dettagli

 Logo GSE  Logo Top Solar 100  finlombarda logo

Questo sito web utilizza i cookie per assicurare una migliore esperienza di navigazione. Oltre ai cookie di natura tecnica sono utilizzati anche cookie di profilazione utente e cookie di terze parti. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.